Come funziona internet. Attenzione però!

Tutti lo usano, alcuni sanno come funziona. Pochi, anzi pochissimi, sono in grado di difendersi dalle sue insidie. Stiamo parlando di Internet, del World Wide Web.

Chiunque sia munito di pc, negli ultimi tempi, non ne può fare a meno : social network, messagistica istantanea, giochi on line, perfino tv on line e chi più ne ha più ne metta. Il funzionamento sembra semplice e di certo è molto intuitivo ma se non si sta sufficientemente attenti si può incorrere in problemini fastidiosi  come virus, dialer e malware in generale, ma anche mettere seriamente a rischio i propri dati anagrafici.

L’aspetto dei siti internet talvolta è accattivante, invitante, ma spesso questo è in realtà  uno specchietto per le allodole: mentre voi navigate tranquilli sui vari siti, i banner pubblicitari ivi presenti possono carpire informazioni preziose come nome, cognome, data di nascita ed indirizzo e-mail senza che voi ve ne accorgiate minimamente; il tutto si traduce infine in tonnellate e tonnelate di posta indesiderata e spam nel migliore dei casi. Però può anche succedere che i vostri dati siano utilizzati per tracciare dettagliatamente un vostro profilo, con i vostri gusti e le vostre preferenze per meglio indirizzarvi verso siti pubblicitari e, purtroppo, truffaldini nella maggior parte dei casi.

Occorre quindi fare molta attenzione con lo strumento Internet. Vediamone rapidamente alcuni cenni.

Quando digitiamo un indirizzo internet, come ad esempio http://www.sitointernet.com, il nostro pc entra in contatto con un server DNS (Domain Name System) cioè un altro pc, in rete, che si occupa di associare al sito appena digitato il giusto indirizzo IP relativo alla pagina web che cerchiamo: qualsiasi pagina web o sito internet è univocamente rappresentato da un URL(Ultimate Resource Locator) che è appunto http://www.sito internet.com e da un IP (Internet Protocol) che si presenta sempre nella seguente forma ***.***.***.*** dove al posto degli asterischi vanno messi dei numeri. Noi sul monitor vediamo sempre l’url mentre la macchina, cioè il pc, converte il tutto in un ip.Tutti gli IP di tutti i siti sono contenuti nei server DNS: una volta digitato l’url il nostro pc fa capo al server DNS che cerca il rispettivo ip, se non lo trova esso stesso fa riferimento ad un altro server e così via finchè non si trova l’IP giusto. Di server DNS ce ne sono tantissimi disseminati nella rete ma i più importanti e “capienti” sono solo in 13 e si chiamano Root Server.

I banner pubblicitari sono in grado di memorizzare e rintracciare tutti i DNS con cui il nostro pc entra in comunicazione e così i loro creatori sono in grado di scoprire tutti i siti da noi visitati e di ricostruire ogni nostra sessione di navigazione click dopo click.

Questa simpatica abitudine può essere ostacolata ed annullata facendo riferimento a dei server DNS non convenzionati, cioè non inclusi nella lista monitorata dai banner; a questo scopo da qualche anno un team tutto italiano ha dato vita a DNSFool (http://fooldns.com), un servizio gratuito che permette di confrontare i classici server DNS con  server nuovi e non monitorati bloccando, in questo modo, tutto l’advertising molesto che minaccia la nostra privacy e restituendoci della pagine internet “ripulite”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: