Quando non c’è limite al peggio: i Vip Rimbalzati delle Iene

La televisione italiana sta forse attraversando il periodo più difficile della propria storia: carenza di contenuti validi, critiche sempre più aspre dei telespettatori e, conseguentemente, trasmissioni che vanno in onda per una puntata, falliscono l’obiettivo “share“, e vengono immediatamente chiuse.
Tuttavia il circo televisivo non manca, anche in questi tempi di vacche magre, di sfornare i suoi personaggi o, come direbbero a Striscia la Notizia, i suoi nuovi mostri.

Per ogni stagione televisiva abbiamo decine di emeriti sconosciuti arrivati alla ribalta grazie, ad esempio, ad un reality show, che dovremo sorbirci per gli anni avvenire come opinionisti (!!!), commentatori (!!!) e fin troppo spesso come casinisti e provocatori (!!):  non è un caso che quest’anno il reality show per antonomasia, Grande Fratello, abbia visto trionfare l’insopportabile Mauro Marin, un provocatore patentato.
Questi nuovi personaggi vengono arruolati nelle fila dei Very Important Person, ovverosia VIP, una sempre più grossa fetta della nostra società comprendente tutte quelli persone dal volto più o meno noto, dal portafoglio sempre più gonfio e, ahinoi, dai modi di fare sempre più maleducati.

In Italia c’è chi li odia, i VIP, chi li adora e chi li segue, innamorandosene, trasmissione dopo trasmissione, discoteca dopo discoteca: basti pensare che il pizzaiolo Salvo, che partecipò alla prima edizione del GF, in visita presso la provincia di Ragusa, fu ospitato in un locale del mio paese, Scicli, che riempì in ogni ordine di posto, attirando anche persone che io consideravo di una certa integrità mentale e culturale. Ed era solo un ragazzo che era stato recluso per diversi giorni dentro una casa piena di telecamere!

La trasmissione Mediaset Le Iene, ultimamente, propone un servizio molto divertente in cui una ragazza (complice della trasmissione) si improvvisa pr di noti locali mondani e, lista degli invitati alla mano, impedisce l’accesso alla discoteca a tutti i vip dicendo che il loro nome “Non è sulla lista“.
Ovviamente la reazione dei malcapitati vip, ignari di essere ripresi dalle telecamere, è talvolta parecchio maleducata e (verbalmente) violenta.
C’è chi si appella al classico non sai chi sono io, chi sbuffa e chiama qualcuno che lo aiuti, chi insulta la falsa pr ed anche chi, purtroppo, minaccia di farla licenziare: per carità, non è da censurare un incazzatura (mi sia consentito dire) del genere dopo che ti sei agghindato come un albero di natale e fatto tanti chilometri magari solo per ballare, perchè di arrabbiarsi ed inveire succede a tutti, non solo ai vip, però..

In uno degli ultimi episodi della trasmissione, lo sbarramento si attiva per i concorrenti del GF10 appena “lasciati liberi” di vagare per i locali a raccogliere donazioni.

Mi hanno colpito principalmente due cose:

1) l’atteggiamento provocatorio dei suddetti ex concorrenti che reagivano all’impedimento della pr dapprima con sorpresa, poi con malcelata insofferenza ed infine con maleducazione e superiorità.
Qualcuno dovrebbe spiegare a questi signori che dire di essere stati 57 o 103 giorni dentro la casa del GF non ha assolutamente lo stesso valore di sostenere di essere stati reclusi a Bergen Belsen o Dachau (erano campi di sterminio) e nemmeno di aver combattuto degli anni nel Vietnam, quindi che non usassero quel tono da sopravvisuti.

2) devo dire che, nonostante sia comprensibile dato il QI del personaggio, l’atteggiamento della siciliana Carmela, in particolare, è da censura: denigrare una ragazza che lavora (anche se nella circostanza di finta lavoratrice si trattava) non fa tanto onore a nessuno, principalmente ad una persona che cerca la ribalta andando dietro al Principe Spiantato George, aspirante al trono del regno di Idiozia.
Se si potesse voterei per la revoca immediata della cittadinanza siciliana.

Mi ha anche sorpreso, stavolta positivamente, il comportamento di un’altro concorrente dello scorso GF, Giorgio Ronchini, che al tormentone “il tuo nome non è in lista” reagisce con un tranquillo sorriso, si gira e se ne va, riproponendo lo stesso educato sorriso a chi tra gli altri esclusi lo prendeva in giro. Esempio.

Per chi volesse vedere con i propri occhi ecco il video in questione.

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: