A volte ritornano..per fortuna!

Rimanere fedeli al proprio stile o reinventarsi?
Nell’ambiente della musica rock, dopo anni ed anni di carriera, di album, di concerti, di successi, di scopate, droghe e rock’n roll, questa domanda se la sono posta in molti.

Difficile decidere se, dopo i fasti di una gloriosa carriera, sia più opportuno vivere di rendita riproponendo fino alla nausea i vecchi successi (vedi Vasco Rossi, Ligabue, Axl Rose) oppure proporne di nuovi, magari rischiando la faccia e l’immagine di rockstar: per la seconda ipotesi ci vuole coraggio, o meglio, ci vogliono le palle!
Se Jim Morrison predisse la fine del rock già all’inizio degli anni 70 è pur vero che in molti si sono premurati a smentirlo, magari scavando nuovi filoni, inventando nuovi generi: è il caso dell’ hard rock, già teorizzato dai Beatles in Helter Skelter nei primi anni 60.
Negli anni l’hard rock è fiorito grazie all’apporto artistico di band come AC/DC, Motorhead, Led Zeppelin e tantissimi altri.

Innovazione o classicismo, allora?

Rispondo celebrando il ritorno, atteso e gradito, di due personaggi/mito della cultura hard rock: gli Scorpions e Slash.

Classicisti.
Fedeli al proprio spirito e sound a metà tra il classic rock e l’hard rock, i tedeschi Scorpions sono tornati con un nuovo album.

Still loving you, Rock you like an hurricane e Wind of changes suonano ancora nelle nostre menti e con il nuovo album dal titolo Sting in the tail, gli Scorpions ci riportano indietro di vent’anni, a riscoprire il suono più puro del classic rock.
Un ritorno al passato accompagnato, però, da nuove influenze e sound ovviamente interpretati in chiave hard rock.
Da ascoltare: Spirit of Rock, The Best is yet to come, The Good die young, Rock zone.

Altro gradito rientro è quello di sua maestà Saul Hudson, meglio conosciuto come Slash.

Reinventarsi.

Scrollarsi di dosso la fama dei mitici Guns’n’Roses e la pressante presenza scenica di Axl Rose non dev’essere stata certo cosa facile per un virtuoso della chitarra e degli assoli come Slash: tuttavia non sono da sottovalutare i progetti post-Guns del famoso chitarrista, dai conturbanti blues-rock dei Slash’s Snakepit al puro hard rock dei Velvet Underground.

Ma, come scrive Andrea Carraro su Rolling Stone di Aprile, se il pubblico si sballa solo quando partono It’s so easy e Mr.Brownstone è un brutto segno.
Oddio, proprio brutto non credo, però di sicuro invita a riflettere su quanto siano stati grandi i Guns e quanto invece non lo siano stati gli altri gruppi in cui hai suonato; d’altra parte Slash è tale in quanto chitarrista dei Guns.

Per non stare con il plettro in mano, il camaleontico Slash, invita degli amici e incide un disco intitolato timidamente Slash, innovativo e fuori dagli schemi ma pieno, davvero tanto, di riff, assoli e cultura hard rock.
Il tutto suona un pò come un espediente commerciale per rilanciarsi (o reinventarsi?) ma il risultato è buono e, per non sputare sul piatto in cui si è mangiato, c’è anche uno spazietto per gli eterni Guns.
Da ascoltare: By the sword (con Andrew Stokdale dei Wolfmother)Doctor Alibi (con Lemmy dei Motorhead), Ghost (con Izzy Stradlin, ex Guns pure lui), Beatiful Dangerous (con Fergie dei Black Eyed Peas) e Paradise City (con Cypress Hill e Fergie).

Così mentre Axl Rose infila un tour mondiale dietro l’altro per far rivivere i Guns’n’Roses, di cui è rimasto l’unico componente, l’amico Slash fonda due gruppi, incide nuovi album e cerca di farsi ricordare solo come il chitarrista con la tuba dei Guns!

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

2 thoughts on “A volte ritornano..per fortuna!

  1. […] rimanere nella scena musicale mondiale come Mick Jagger e gli Stones, gli Scorpions (ne ho parlato qui) e Christofer Lee (ne ho parlato […]

  2. […] rimanere nella scena musicale mondiale come Mick Jagger e gli Stones, gli Scorpions (ne ho parlato qui) e Christofer Lee (ne ho parlato […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: