L’Ultima Pagina: Il Pendolo di Foucault – Umberto Eco

Giocare con i misteri ed i poteri occulti della storia dell’umanità può rivelarsi molto pericoloso poichè per quanto assurda possa sembrare una congettura, per quanto inverosimile una teoria, per quanto astrusa ed improbabile una connessione logica, ci sarà sempre qualcuno disposto a credervi senza riserve.

Di ciò prenderanno atto i protagonisti de Il pendolo di Foucault man mano che si dipaneranno gli eventi della loro storia: il laureando Casaubon, il redattore Belbo ed il matematico Diotallevi si troveranno coinvolti in una storia oscura dai risvolti improbabili ed impensabili.
I tre, studiando un manoscritto antico appartenuto ad un surreale studioso del passato, dipaneranno una mole impressionante di miti, leggende e credenze della fine del XX secolo: i Templari, i Rosacroce, Giuseppe Balsamo alias Cagliostro, le ricerche alchemiche e la pietra filosofale, il mistero del Graal, Agarttha ed il mondo sotterraneo, la scomparsa di Atlantide, la teorie della Terra cava e le correnti sotterranee etc..etc..
I nostri tre protagonisti analizzeranno con occhio critico ed insieme smaliziato manoscritti e testi scritti dai cosiddetti “diabolici” ovverosia da coloro che credono fermamente di aver risolto uno o più dei suddetti misteri.
Nella folle ed infantile idea di prendersi gioco di questi individui il nostro trio ordirà Il Piano: un’accozzaglia non ordinata di supposizioni che lega con un filo logico abbastanza inverosimile tanti avvenimenti occulti dall’origine dei tempi all’età contemporanea. Tutto falso, ovviamente, inventato alla bell’e meglio ma che diventa vivido e pericoloso nel momento in cui i diabolici cominciano a crederci.

Umberto Eco mescola sapientemente cronaca e fiction storica trattando argomenti difficili e scottanti come se fosse una discussione fatta in un bar di fronte ad un cappuccino.
Se Il nome della rosa mi aveva colpito per la precisione e la completezza con cui lo scrittore trattava le eresie del Medioevo ne Il Pendolo mi ha sconvolto la quantità immane di materiale occulto che viene prodotto tra le pagine del libro in maniera furbescamente ironica.

Il pendolo di Foucault è un ottimo libro iniziatico sui misteri dell’umanità in cui questi non vengono presentati con la presunzione della sensazionale scoperta ma con una poliedricità narrativa di interpretazione che trova la sua consistenza sulla differenza di linguaggio tra i personaggi della storia: per tutto c’è una spiegazione fantasiosa e popolare, una semplicistica e scientifica ed un’ultima storica.
Quest’ultima è sicuramente quella più interessante.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

One thought on “L’Ultima Pagina: Il Pendolo di Foucault – Umberto Eco

  1. pignasmile ha detto:

    da inserire tra le future letture!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: